Più screening e PDTA per la salute femminile

Più screening e PDTA per la salute femminile

104

Secondo il Global Women’s Health Index 2023, le donne italiane prestano troppa poca attenzione alla prevenzione secondaria, in particolare con scarsa partecipazione agli screening per tumori e malattie sessualmente trasmissibili.

Come spiega a TrendSanità Francesca Caumo, direttrice dell’Unità operativa complessa di Radiologia senologica e oncologica presso l’Istituto oncologico veneto IRCCS, per invertire questa tendenza «bisogna lavorare sull’informazione e la cultura della prevenzione», fare in modo di  «agevolare le donne che lavorano per trovare il tempo di partecipare agli screening e personalizzare gli screening».

Può interessarti