Asma grave: dalla corretta diagnosi alla gestione sul territorio

L’asma grave rappresenta una sfida significativa nel panorama della sanità: è infatti una patologia complessa e spesso sottodiagnosticata, a causa di approcci errati che possono portare a un controllo insufficiente della malattia.

Il carico della malattia diventa più pesante per i pazienti e per il sistema quando si verificano ritardi sia a livello diagnostico sia a livello di avvio del corretto trattamento.


Numerose sono quindi le criticità da affrontare, dal riconoscimento precoce dell’asma grave alla definizione della terapia più appropriata, anche in termini di personalizzazione della cura, fino alla creazione di percorsi diagnostici terapeutici assistenziali (PDTA) dedicati alla presa in cura e follow up del paziente che consentano un’adeguata integrazione tra territorio e ospedale, anche alla luce del DM77.


Come viene gestita l’asma grave nel nostro Paese? Quali sono i numeri e che tipologie di pazienti interessa? Quali necessità sono più pressanti per i pazienti e quali interventi si richiedono alle istituzioni? Quali novità si stanno delineando nella nuova sanità disegnata dal DM77 e dalla revisione dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA)?

Ne parliamo con:

  • Claudio Micheletto
    Presidente AIPO (Associazione italiana pneumologi ospedalieri). Direttore UOC Pneumologia, Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona
  • Ignazio Zullo
    Senatore, Membro 10ª Commissione Affari sociali e sanità
  • Simona Barbaglia
    Presidente Associazione Respiriamo Insieme

Conduce:

  • Rossella Iannone
    Direttrice responsabile TrendSanità

Asma grave: dalla corretta diagnosi alla gestione sul territorio

37

Può interessarti