Autore

Michela Perrone

Giornalista pubblicista

Crea Sanità: l’universalismo selettivo è dietro l’angolo

Mancano le risorse economiche e umane per il Ssn: se il Pil non cresce, il rischio è di dover limitare l’accesso alla sanità alle categorie più fragili. L’analisi del 18° Rapporto Crea Sanità

Crisi sanitarie, Ue rimandata

L’Ue su alcuni aspetti ha fronteggiato bene la pandemia, ma in troppi ambiti è risultata carente. La Commissione ha stilato una relazione dettagliata che, con la Strategia europea per la salute globale, punta a costruire un’Europa più pronta e reattiva

Con i medici “a gettone” si sta smantellando il Ssn

Gli anni di tagli orizzontali alla sanità e blocco del turnover hanno portato al fenomeno dei medici “a gettone”, turnisti che lavorano meno in cambio di retribuzioni orarie molto più alte dei dipendenti. Un meccanismo negativo per tutta la sanità pubblica. Quali sono le strade percorribili per invertire la rotta?

L’Europa investe nel riposizionamento dei farmaci

Il drug repurposing consiste nel “riposizionare” farmaci già approvati per nuove indicazioni terapeutiche. Si tratta di una branca di ricerca molto promettente perché permette di risparmiare tempo e risorse riuscendo a sperimentare molecole su malattie rare o su patologie per le quali serve una certa velocità. L’Europa ha investito 23 miliardi di euro per 5 anni per svilupparne le potenzialità con il progetto Remedi4All

Passa dai Pdta la reale applicazione della sanità digitale

Uno studio di C.R.E.A. Sanità ha analizzato i case study in dermatologia e reumatologia, per capire come applicare il digitale nella pratica clinica e come integrarlo nei Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali

Emicrania: la legge c’è ma mancano i decreti attuativi

L’emicrania è una patologia invalidante, che colpisce soprattutto le donne, e costa in Italia 20 miliardi l’anno. Nel 2020 è stata approvata una legge importante, ma a due anni di distanza mancano i decreti attuativi

Programma Nazionale Esiti: ancora differenze regionali, ma bene ospedali Centro-Sud

A dieci anni dal debutto, il PNE conta 194 indicatori e considera 1.377 ospedali pubblici e privati. Per la prima volta è stato introdotto uno strumento per monitorare il management e sono state premiate due strutture che hanno ottenuto punteggi alti o molto alti in tutti gli indicatori

Hiv: infezioni in calo, ma serve consapevolezza sulla salute sessuale

I dati Hiv diffusi dall’Iss evidenziano un calo delle infezioni rispetto al 2020, ma è probabile che la cifra risenta della pandemia. Bene la PrEP e la terapia long acting, ma occorre migliorare la consapevolezza e spingere tutti gli individui sessualmente attivi a fare il test Hiv

Personale sanitario, la parola ai direttori generali

Procedure d’incentivazione per le aree più marginali e regole più semplici per l’assunzione. Sono questi i due pilastri su cui i direttori generali concordano per quanto riguarda la gestione delle risorse umane. Una survey di Federsanità e C.R.E.A. Sanità fa il punto sulla situazione

Meridiano Sanità: il SSN non sarà più sostenibile nel 2050

Al SSN servono più risorse rapportate al Pil, ma anche migliori strategie di spesa. Occorre puntare su prevenzione e innovazione e promuovere un approccio One Health. Queste le indicazioni emerse dal report Meridiano Sanità, che ha fotografato lo stato di salute del nostro servizio sanitario nazionale