Ricerca

Nuove frontiere per la comunicazione cellulare artificiale 

Un team di ricerca interdisciplinare coordinato dal Cnr-Isof ha studiato la formazione di nanostrutture organiche all’interno di cellule umane, comprendendone il meccanismo di crescita. Lo studio, pubblicato su Advanced Materials, promette ricadute significative in diversi settori. In medicina getta le basi per lo sviluppo di terapie innovative per la rigenerazione dei tessuti basate su nanomateriali

Malattie neurodegenerative rare, individuata una molecola in grado di debellare i prioni

Malattie neurodegenerative rare: Individuata, nelle malattie da prioni, una molecola in grado di debellare i prioni bloccandone la replicazione. Studio Istituto Mario Negri – IRCCS Ospedale San Raffaele – Università dell’Insubria pubblicato su iScience

Come costruire ponti tra accademia e imprese

Favorire il trasferimento tecnologico attraverso la creazione di una relazione duratura tra ricercatori e imprenditori. È questo l’obiettivo dell’Industrial Liason Office dell’Università di Torino, che da 5 anni porta le aziende dentro l’università e la ricerca accademica nelle imprese

Malattie rare: su 17 Terapie Avanzate autorizzate in UE, 4 sono frutto della ricerca accademica italiana

Domani in Senato nuovo training istituzionale sulla sostenibilità economica delle ATMP. Prosegue il percorso di UNIAMO su malattie rare e Terapie Avanzate per sensibilizzare sulla necessità di nuove policy

HERA Invest offre 100 milioni € per soluzioni innovative contro le minacce per la salute

La Commissione e la Banca europea per gli investimenti annunciano oggi l'istituzione di HERA Invest, un'integrazione di 100 milioni € al programma InvestEU, per sostenere ricerca e sviluppo (R&S) sulle minacce sanitarie transfrontaliere più urgenti, finanziati mediante il programma EU4Health

Nuova strategia genetica per contrastare la malattia di Huntington

Grazie al supporto di Telethon, il team di ricerca dell’Ateneo patavino guidato dal Professor Graziano Martello ha individuato alcuni geni chiave per proteggere le cellule in questa grave malattia neurodegenerativa